Non è al momento possibile scaricare i canti.

Mi hai sedotto, Signore. (Ger. 20, 7-18)



• • Errori nella riproduzione? prova il metodo alternativo • •


Testo

     Mi haiSedotto,Signore, Ger .20,7-18
Si- Fa#
C.Mi hai sedotto,Signore
Si-
E io mi sono lasciato sedurre; L’assemblea Fa# dim Si- Ripete
hai lottato con me,e mi hai vinto;
Sol Fa#
mi hai fatto forza e hai prevalso!
Fa# Si- dim
Si-
Fa#
Se solo devo vedere tormenti e dolori.
Re La
C. Ma il Signore è al mio fianco
Re
Come un prode valoroso.
Re La
C.Quando parlo devo gridare:violenza!Oppressione!A. Ma il Signore è al mio fianco
Fa#dim Si-
Così la tua parola è obbrobio e scherno per me.
Fa# Fa#dim
Mi dicevo:non penserò più a lui,
Si-
non parlerò più nel suo nome.
Fa#dim
Ma nel mio cuore  c’era  un  fuoco  ardente Sol Fa#
Che scorreva nelle mie ossa;
Si-
A. Mi  hai  sedotto....  #di
Si- Fa m
C. Maledetto il giorno che sono nato,
maledetto  l’uomo  che  portò  la notizia a mio padre: Sim
“Ti  è  nato  un  figlio  maschio”
Fa# Fa#dom
Perché sono uscito dal seno di mia madre
Come un prode valoroso.
Si- Fa# Si-
C. Cantate inni al Signore,lodate il Signore Sol Fa#
Perché ha liberato la vita di questo povero.MI HAI SEDOTTO, SIGNORE. (Ger 20, 7-18)
Si- Fa#dim
C. Mi hai sedotto, Signore |
                              Si-       |
    e io mi sono lasciato sedurre;      |
Fa#dim Si- |rip. hai lottato con me, e mi hai vinto; |
Sol Fa# |
mi hai fatto forza e hai prevalso! |
Si- Fa#dim Si- C. Quando parlo devo gridare: violenza! Oppressione!
Fa#dim Si- Così la tua parola è obbrobrio e scherno per me.
Fa# Fa#dim Mi dicevo: non penserò più a Lui,
Si-
    non parlerò più nel suo nome.
Fa#dim
Ma nel mio cuore c'era un fuoco ardente
Sol Fa# che scorreva nelle mie ossa;
Si-
A.  MI HAI SEDOTTO, SIGNORE...
Si- Fa#dim C. Maledetto il giorno che sono nato,
    maledetto l'uomo che portò la notizia a mio padre:
Si-
    "Ti è nato un figlio maschio".
Fa# Fa#dim
Perché sono uscito dal seno di mia madre,
    se solo devo vedere tormenti e
Fa#
dolore.
Re La
C.  Ma il Signore è al mio fianco
Re
    come un prode valoroso.
Re La
A.  MA IL SIGNORE È AL MIO FIANCO
Re
    COME UN PRODE VALOROSO.
Si- Fa#
C. Cantate inni al Signore, lodate
Si
il Signore
Sol
perché ha liberato la vita di
Fa#
questo povero.     
      

"Chi canta prega due volte" - S. Agostino


CantidelCammino.info è una raccolta dei canti liturgici in uso nel Cammino Neocatecumenale.

L'uso dei canti nella Liturgia, la formazione e insegnamento da parte dei Catechisti, la loro trasmissione in tempi opportuni del percorso Neocatecumenale sono elementi essenziali e imprenscidibili di questo itinerario di formazione cattolica. Niente può sostituire il rapporto pedagogico e catechetico tra il cantore e il suo catechista.

Il canto, inoltre, ha una importante funzione liturgica, che si attua a pieno solo all'interno della Celebrazione.

Questo spazio costituisce quindi soltanto una memoria storica, un archivio di varie esecuzioni dei canti e un mezzo per conservare la ricchezza della Salmodia in uso nel Cammino Neocatecumenale.


Link a questa pagina: http://www.cantidelcammino.info/play.php?id=136


Contatti ed aiuti


Segnalaci gli errori e aiutaci a trovare altri canti del cammino!

Puoi contattarci scrivendoci attraverso questo form, oppure direttamente a info@cantidelcammino.info .

Se desideri segnalare un errore comunicaci nella mail il codice di questa pagina: 136

Se hai un canto che non compare in questa lista, puoi farcelo avere spedendoci il testo e l'mp3 per email oppure utilizzando un servizio per la condivisione dei file, come ad esempio Ge.tt (non necessita di registrazione). Una volta caricato il file comunicaci il link per poterlo ricevere.


Problemi con la riproduzione dei canti


Nel caso non si riescano a sentire i canti, si può provare con un metodo di riproduzione alternativo. Il link per raggiungerlo si trova al centro della pagina, poco sotto al titolo.
Può darsi che anche questo secondo metodo non funzioni; in questo caso consigliamo di installare il programma gratuito Google Chrome (scaricabile da qui) e utilizzare quello.